Eventi e News 2015 - DIREC - Associazione per la formazione in Diritto dell'economia, Onlus

Vai ai contenuti
Eventi e News 2015

Master Universitario di I livello in "Giurista d’Impresa"
XIII Edizione

È attivato per l’anno accademico 2015/2016 presso il Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Genova il Master Universitario di I livello in "GIURISTA D’IMPRESA" XIII edizione, in collaborazione anche con l’Associazione per la formazione in diritto dell’economia – DIREC Onlus.

Il Master si rivolge a laureati (Laurea magistrale, triennale, specialistica e vecchio ordinamento) in Giurisprudenza, Economia, Scienze politiche.

Obiettivo del Master è la formazione del giurista d’impresa, figura professionale che svolge attività di assistenza giuridica in tutti i campi del diritto che coinvolgono la vita dell’impresa. Il Master è, pertanto, volto a fornire le conoscenze giuridiche ed economico-aziendali, in un quadro europeo ed internazionale, nell’ottica di una formazione professionalizzante, direttamente mirata a un ingresso qualificato nel mondo del lavoro o a un innalzamento della collocazione lavorativa dei partecipanti.

Il Master offre opportunità di inserimento professionale nel ruolo di "legale interno" presso banche, assicurazioni, medie e grandi imprese in genere o presso gli uffici legali della Pubblica Amministrazione. Le conoscenze e competenze oggetto di sviluppo sono altresì funzionali allo svolgimento di attività libero professionali.

Le passate edizioni del Master hanno riscosso un ottimo successo, permettendo agli studenti di inserirsi competitivamente sul mercato del lavoro.

Sono messe a disposizione
dall’Istituto Nazionale di Previdenza (Inps – Gestione Dipendenti Pubblici) n. 10 borse di studio a copertura totale dei costi d’iscrizione.

Le modalità di assegnazione delle borse di studio finanziate da INPS sono disponibili sul sito Internet dell’Inps – Gestione Dipendenti Pubblici (www.inps.it).

Sono disponibili agli ammessi al Master borse di studio a copertura totale della quota di iscrizione erogate: n. 3 dalla Fondazione Paolo Fresco e n. 2 dall’Associazione per la formazione in diritto dell’economia - Onlus - DIREC.

La scadenza per la presentazione delle domande di ammissione è il 12 gennaio 2016 alle ore 12:00.

Il bando e i regolamenti per le borse di studio sono consultabili nella sezione "Corsi e Master" e "Borse".


Per informazioni:

Prof. Alessandra Pinori - Presidente del Master
Master per Giurista d’Impresa
Università degli Studi di Genova
Dipartimento di Giurisprudenza
Via Balbi 22, 4°p. sc. B - 16126 Genova
Tel. 010 209 51360 - 9911
e-mail: master.giuristaimpresa@giuri.unige.it
sito web: www.master.giuristaimpresa.unige.it, nella pagina relativa alla XIII edizione

________________________________________________________________


Master universitario per "Giurista d'Impresa"
Presentazione del libro di Guido Calabresi
THE FUTURE OF LAW AND ECONOMICS

Giovedì 29 ottobre 2015, ore 11.30
Aula Meridiana, Palazzo Universitario, Via Balbi 5, Genova

Introduzione di Giovanna Visintini.

Tavola rotonda.
Intervengono nell'ordine Pierluigi Chiassoni, Guido Ferrarini, Andrea
Fusaro, Giorgio Afferni, Mauro Grondona e Marco Capecchi.

Con la partecipazione del Magnifico Rettore Paolo Comanducci, del
Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza Paolo Pisa, del Presidente
del Tribunale di Genova Claudio Viazzi e del prof. Lorenzo Acquarone.

Sarà presente l’Autore.

Locandina invito (formato pdf)

________________________________________________________________


Master universitario per "Giurista d'Impresa"
Seminario "L'INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE. IL RUOLO DEI GIOVANI"
Sabato 3 Ottobre 2015, ore 9.00-13.00
Aula Meridiana, Palazzo Universitario, Via Balbi 5, Genova

Il tema oggetto del seminario di studio programmato a chiusura dell’attività d’aula della XII edizione del Master per “Giurista di Impresa” è stato scelto per l’importanza strategica che esso assume nell’ottica del rilancio dell’economia italiana e della crescita anche in termini di occupazione giovanile.

Numerose realtà imprenditoriali italiane dei settori, ad esempio, manifatturiero, agroalimentare, della moda e del Digital offrono modelli aziendali di successo, per avere conquistato quote rilevanti di mercato in vari Paesi anche emergenti, lavorando sull’Export e sull’internazionalizzazione.

Accanto a tale dato si registrano numerosi Piani straordinari per l’internazionalizzazione delle imprese, che prevedono nei prossimi tre anni importanti investimenti: il Ministero delle politiche agricole, ad esempio, ha messo a diposizione 70 milioni di euro per realizzare una campagna promozionale sul Made in Italy e di lotta all’Italian Sounding; il Ministero dell’Economia ha messo a disposizione 3 milioni di euro per potenziare gli uffici di trasferimento tecnologico delle Università e degli enti pubblici di ricerca, al fine di valorizzare la proprietà intellettuale (brevetti) verso il mondo industriale; 500 milioni sono stati stanziati per il bando Smart&Start gestito da Invitalia che supporta la nascita e lo sviluppo di “Start Up Innovative”; e ancora 19 milioni di euro sono disponibili per l’assunzione di “Temporary Export Manager” da parte del PMI.

In tale contesto, è parso opportuno dedicare uno spazio di riflessione critica e di confronto su come orientare la formazione e le conoscenze dei giovani legate all’internazionalizzazione, all’e.commerce su nuovi mercati, per imparare a cogliere le opportunità legate al modello digitale e ai cambiamenti che esso ha determinato sia nel modo di fare impresa sia nelle politiche di assunzione e gestione del personale.

Locandina con il programma (formato pdf)

________________________________________________________________


Venerdì 26 giugno, ore 9.30-19.00 e Sabato 27 giugno, ore 9.30-18.30
Convegno "L'ABUSO DEL DIRITTO"
Aula Magna, Università di Brescia

Il Convegno si propone di presentare alla comunità scientifica e agli operatori del diritto una moderna teoria dell’abuso del diritto e di attribuire a tale figura un ruolo autonomo rispetto alle regole sulla correttezza e buona fede oggettiva contrastando la frequente sovrapposizione tra queste clausole generali, l’una non scritta nel codice civile e le altre recepite nello stesso codice.

L’analisi casistica della giurisprudenza nei vari settori in cui è emerso il divieto dell’abuso del diritto sta ad indicarne la linea di espansione dapprima come strumento per contestare l’assolutezza del diritto di proprietà poi gradualmente per censurare l’eccesso di poteri del datore di lavoro, per limitare l’esercizio delle facoltà di recedere da un contratto o di ricorrere alla risoluzione di un contratto o alla dichiarazione di fallimento, o per sindacare l’abuso di posizione dominante da parte delle imprese, i comportamenti finalizzati all’elusione fiscale, le liti temerarie e le lungaggini processuali.

È compito della dottrina e dell'avvocatura offrire le direttive per far emergere in tutta evidenza anche in Italia il divieto dell’abuso del diritto come categoria civilistica, pur mancando nel nostro ordinamento una previsione legislativa in termini generali
e per porre ordine ad una problematica molto confusa fissando le linee sistematiche del divieto in discorso.

Locandina con il programma (formato pdf)

________________________________________________________________


Lunedì 11 maggio 2015, ore 17.00
Presentazione del nuovo Codice Civile argentino
a cura di Aída Kemelmajer Carlucci

Sede Dipartimento di Giurisprudenza, via Balbi 22 4° piano - Genova

Dibattito con i docenti e i dottorandi afferenti alla sezione di Diritto civile del Dipartimento e con la partecipazione dei professori Victor Uckmar, Realino Marra e del Rettore Paolo Comanducci.


Riferimenti

Associazione per la formazione
in Diritto dell'economia

Via Balbi 22, IV piano - 16126 Genova
tel.: +39 010.209.9904
fax: +39 010.267.244
e-mail: info@direc.it

© 2013 DIREC ONLUS - C.F. 95136590106
Torna ai contenuti